Glam - Strategic Thinking | Fabiana Filippi, il made in Italy in crescita
Mario Filippi Coccetta, presidente e AD di Fabiana Filippi, rilascia un'intervista in riferimento alle importanti crescite degli ultimi anni.
ecommerce management, gestione ecommerce moda, consulenza ecommerce moda, store management ecommerce moda, glam bologna, consulenza strategica ecommerce, consulenza ecommerce
20659
single,single-post,postid-20659,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.8,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive
Fabiana Filippi

Fabiana Filippi, il made in Italy in crescita

Mario Filippi Coccetta, presidente e AD di Fabiana Filippi, rilascia un’intervista in riferimento alle importanti crescite degli ultimi anni.

 

L’anno appena trascorso è stato positivo, perfettamente in linea con le nostre aspettative e con le crescite degli anni precedenti. Siamo cresciuti del 14-15% passando da 65 milioni di euro di ricavi ai 75 milioni attuali. La crescita è stata omogenea per il wholesale in tutti i mercati in cui siamo presenti e siamo cresciuti anche nel retail dove l’azienda, negli ultimi anni, ha investito molto.

 

L’export si aggira intorno al 73-74% e i principali mercati di riferimento sono, oltre all’Italia che pesa il 26%, l’Europa, il Far East, l’America e l’Est Europa. I nostri mercati di riferimento, nel 2015 sono cresciuti in modo omogeneo senza prevaricare l’uno sull’altro. Si può dire che il nostro sia un marchio internazionale”.

 

Nel 2016, l’obiettivo principale è continuare con un trend di crescita a due cifre, investire nel processo creativo e qualitativo dell’azienda. Il nostro è un prodotto made in Italy che ha molte fasi artigianali legate alla tradizione umbra e vogliamo focalizzarci ancora di più sul nostro prodotto. Per Fabiana Filippi il made in Italy è un valore intrinseco che il capo deve trasmettere a chi lo indossa: i nostri punti di forza sono la selezione delle materie prime, la consulenza dei maestri artigiani interni al nostro stabilimento e le lavorazioni”.

 

Sulla questione relativa a nuovi cicli della moda quale il discusso “see now – buy now”, Mario Filippi Cocetta risponde: “Penso che non ci sia una ricetta per tutti i brand, ognuno farà la sua politica. Chiaramente qualcosa dovrà cambiare, ma la cosa più importante è che la qualità dell’alto di gamma resti tale e, per far sì che questo accada, si deve tener conto di tempi produttivi ben precisi che non si possono comprimere. Noi, come Fabiana Filippi, abbiamo un grande rispetto della qualità e proprio per questo non possiamo andare incontro alla formula del ‘see now – buy now’ perché la qualità ha bisogno delle giuste tempistiche per essere mantenuta”.

 

 

Fonte: PambiancoNews